Archivi categoria: Time management e produttività

Social Network: ripensare alla produttività – Terza parte

Ecco finalmente la parte conclusiva del post di Steve Pavlina “I social network danneggiano la produttività?” che ti avevo promesso e che ti ho fatto aspettare un po’. Nel frattempo spero che tu abbia approfittato del Black Friday che, a fine novembre, ti permetteva di acquistare tutti gli e-book a 1,99 euro l’uno. Se non lo avessi fatto, ora la promozione è finita, e non ti resta altro che tenere d’occhio questo blog in modo da non perderti le prossime offerte!

Se poi è la prima volta che passi di qui e non hai letto la prima e la seconda parte del post, che ti offro tradotto gratuitamente, ti consiglio di farlo ora, cliccando qui e qui, prima di procedere nella lettura. Anche se il testo sotto è valido in se stesso, lo comprenderai molto meglio se cominci dall’inizio.

Eccoci dunque alla terza e ultima parte del post

Come usare i social network produttivamente

(testo di Steve Pavlina – traduzione a cura di Enrica Orecchia)

Ecco alcuni suggerimenti per usare i social network produttivamente. Continua la lettura di Social Network: ripensare alla produttività – Terza parte

Social Network: ripensare alla produttività – Seconda parte

Nella prima parte del post di Steve Pavlina  – che, ricordo, ho diviso in tre perché molto lungo – l’autore si chiede se i social network siano dannosi per la produttività, cioè se siano una perdita di tempo.

La risposta è “dipende”. Da che uso se ne fa. Numerosi sono i vantaggi che siti come Facebook e Twitter possono offrire, a determinate condizioni.

Se non avessi ancora letto la prima parte, ti consiglio di farlo ora, cliccando qui, prima di procedere oltre nella lettura.

Nella seconda tranche, che propongo qui di seguito, Pavlina si sofferma sull’altra faccia medaglia. E ci racconta quali sono gli svantaggi di utilizzare i social network.

Buona continuazione di lettura.

Social Networking: ripensare alla produttività – Seconda parte

(testo di Steve Pavlina – traduzione di Enrica Orecchia)

Continua la lettura di Social Network: ripensare alla produttività – Seconda parte

Social Network: ripensare alla produttività – Prima parte

Sono sicura che non hai perso il post di ieri, I social network danneggiano la produttività?  in cui ti anticipavo che a breve sarebbe apparsa la traduzione del lungo articolo di Steve Pavlina sul rapporto tra social  networking e produttività.

Come promesso, qui di seguito trovi la prima parte, nella mia traduzione in italiano integrale, fedele e, soprattutto, gratuita. Il testo tradotto è inedito, cioè non è contenuto in nessuno degli e-book già pubblicati o di prossima pubblicazione.

A proposito, se vuoi approfondire l’argomento leggendo tutti i post di Steve Pavlina sulla produttività, stai all’occhio, perché fra poco esce l’e-book che li contiene “Aumenta la produttività – con i consigli di Steve Pavlina”.

Continua la lettura di Social Network: ripensare alla produttività – Prima parte

I social network danneggiano la produttività?

In attesa che sia pubblicato il mio prossimo e-book “Aumenta la produttività – con i consigli di Steve Pavlina”, in cui sarà possibile leggere i preziosissimi consigli dell’autore, cominciamo a introdurre l’argomento. E lo facciamo da un’angolatura particolare, quella del rapporto tra social network e  produttività.

Gli ultimi dati disponibili (2016) ci dicono che una persona dedica in media ogni mese 14 ore e nove minuti a Facebook, tre ore e 44 minuti a Instagram (un dato cresciuto in maniera esponenziale rispetto all’anno precedente), due ore e 28 minuti a Snapchat, che batte di stretta misura YouTube con due ore e 17 minuti. Seguono i tempi dedicati agli altri social che, se volete approfondire l’argomento, trovate qui, nel post di Vincos Blog.

Continua la lettura di I social network danneggiano la produttività?

Gestisci meglio il tempo: l’e-book che ti insegna a stabilire le priorità

Gestisci meglio il tempo

Gestisci meglio il tempo – con i consigli di Steve Pavlina è un manuale che spiega come migliorare la programmazione del proprio tempo tramite l’utilizzo di svariate tecniche, alcune molto note, altre meno, altre inedite in quanto ideate dallo stesso blogger: dal Triage al Timeboxing, dal Carver (un modello impiegato negli ambienti militari) all’utilizzo dei microcompiti, alla regola del 50-30-20 e altre ancora.

Tutte le tecniche sono rivisitate attraverso l’esperienza di Steve Pavlina, che le ha sperimentate di persona, in particolare durante gli anni dell’università, riuscendo a laurearsi in un tempo molto ridotto rispetto a quello curricolare. Pavlina ne spiega il funzionamento, come utilizzarle al meglio, quali sono le più efficaci e quali invece lasciar perdere perché largamente infruttuose.

Continua la lettura di Gestisci meglio il tempo: l’e-book che ti insegna a stabilire le priorità